Articoli

La Societą del Quartetto apre con Casanova

22 Marzo 2013
note: www.lastampa.it

Il museo Borgogna diventa una sperduta locanda d'Europa dove un Giacomo Casanova senza età aspetta invano una donna. L'attesa è scandita dalla musica: danze, ninne nanne, sperimentazioni. Č "Una notte con Casanova", prima esecuzione assoluta, che apre la nuova stagione della Società del Quartetto.

Archiviato il Concorso Viotti, che tornerà in ottobre con la sezione di pianoforte, il Quartetto sceglie il teatro per inaugurare (il 6 aprile) il calendario. La serata, dalle 21, unirà più talenti: l'attore Federico Grassi, l'autore Franco Cuomo (lo spettacolo si basa su un suo testo) e il chitarrista Sergio Sorrentino. Si cambia completamente registro il 4 maggio, al Teatro Civico, per il ritorno degli ottoni dei Mnozil Brass. I sette musicisti austriaci, che prendono il nome da una taverna viennese in cui si ritrovavano gli studenti del Conservatorio, propongono il loro "Happy Birthday Mnozil Brass" che ripercorre vent'anni concerti. Abituati al sold out, per la data vercellese hanno già fatto registrare richieste di biglietti da tutta Italia.

Il 30 maggio si torna al museo Borgogna con un programma mozartiano e gli archi del quartetto Lyskamm. Anche in questo caso è un ritorno: la formazione italo-tedesca, che ha suonato in diretta per Radio Radio 3 Suite, si è esibita anche per la Società del Quartetto di Milano e la stagione del Lingotto di Torino. Ad aprire l'estate, sempre al Borgogna, sarà invece la pianista armena Kati Sharumashvili, talento scoperto durante l'edizione 2011 del Viotti. Per lei un programma con pagine di Scarlatti, Chopin, Skrjabin, Verdi-Liszt e Debussy.

La stagione torna vercellese con il gruppo di artisti che aveva conquistato la platea con "La storia dietro ogni canzone", lo spettacolo dedicato a Fabrizio De Andrè. Il nuovo progetto è curato dal Quartetto ancora con Guido Michelone. Dopo il Concorso, in programma dal 17 al 26 ottobre, la Società del Quartetto invita ancora al Teatro Civico il 16 novembre per il concerto dell'Orchestra del Conservatorio di Parma con il pianista Roberto Cappello e il 15 dicembre per ascoltare l'Orchestra Filarmonica di Stato e il Coro di Kiev in un appuntamento verdiano.

I biglietti per la prima parte della stagione, che nasce con il sostegno di ministero per i Beni culturali, Comune, Regione, Provincia, Fondazioni Carisver, Cassa di Risparmio di Torino, Bpn e Camera di Commercio, sono in prevendita al Quartetto. I costi: da 8 a 12 euro, esclusi i Mnozil da 10 a 30 euro.

di Roberta Martini