Articoli

MELANIA MAZZUCCO E GIOVANNI FLORIS TRA I VINCITORI DEL "FRANCO CUOMO INTERNATIONAL AWARD"

08 Dicembre 2014

PREMI: TRA I VINCITORI DEL "FRANCO CUOMO INTERNATIONAL AWARD" MAZZUCCO E FLORIS

Una scrittrice da Strega, Melania Mazzucco, e un giornalista, volto noto della tv, Giovanni Floris, sono tra i vincitori del "Franco Cuomo International Award", premio alla sua prima edizione intitolato allo scrittore, drammaturgo e giornalista scomparso nel 2007 che si propone di valorizzare nuove forme di espressione culturale, sociale e umana del nostro tempo e la cui cerimonia si terrà il 4 dicembre a Roma nella sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, Senato della Repubblica, (ingresso via della Dogana Vecchia, 29).

Il prestigioso riconoscimento va alla Mazzucco per la Sezione Letteratura, premiata dalla giuria per la sua opera, costellata di grandi romanzi, da "Il bacio della Medusa", al celeberrimo "Vita", a "Un giorno perfetto", dal quale è stato tratto l'omonimo film di Ferzan Ozpetek, alla "Lunga attesa dell'angelo", all'ultimo, "Sei come sei", pubblicato da Einaudi, una storia forte, la storia di Eva, adolescente, figlia di due padri, che ha scatenato polemiche e aperto dibattiti. Una storia "raccontata con il linguaggio alto della letteratura, quello delle parole â€"si legge nella motivazione del "Franco Cuomo International Award" -che magicamente intrecciate tra loro riescono a fare esplodere emozioni profonde, a risvegliare la capacità di incanto che è in ciascuno di noi, a fornire chiavi nuove per decodificare la realtà che ci circonda e a regalarci visioni nuove del mondo. Una storia che non desta scandalo, non propone modelli o nuovi valori, non punta a raccogliere consensi ideologici. Semplicemente parla al cuore, arriva fino alla sua ultima porta, sgretolando con delicatezza, senza che nemmeno il lettore se ne accorga, ogni pregiudizio" .

Floris, anchorman prima di Ballarò in onda su Raitre ora di La7, dove conduce Dimartedì e Diannovequaranta, invece viene premiato nella Sezione Letteratura per la valorizzazione di nuove esperienze culturali. E' molto piaciuto il suo romanzo d'esordio "Il confine di Bonetti", che rappresenta una eccellente prova narrativa degna di segnalazione anche, come si legge nella motivazione del premio, "per la capacità di penetrazione psicologica di una generazione (quella dell'autore) vista con la lente della distanza cronologica e per la scrittura attenta e nitida". Il 'confine' di cui parla Floris in questo libro è metafora, "è quella linea che separa il bianco e il nero, il trasparente e l'opaco. E la storia che racconta è quella di cinque ragazzi che prendono gusto a vivere sul crinale di questo confine".

Due scelte legate da un sottile filo rosso alla avventura letteraria di Cuomo, autore di numerosi romanzi, non solo di argomento medievale come "Gunther d'Amalfi, cavaliere templare", "Il Codice Macbeth", entrambi finalisti al Premio Strega, "Il tradimento del Templare" e "I sotterranei del cielo", ma anche di storie ambientate ai nostri giorni come "I Semidei", che racconta tangentopoli, "il Tatuaggio" e "Anime Perdute". Storie al limite, proprio come quella di Melania Mazzucco e di Floris.

Ecco gli altri vincitori: Marco Giorgetti e il Teatro Palladium dell'Università Roma Tre per la Sezione Teatro. Emilio Gentile e Azzurra Meringolo per la Sezione Saggistica.

A selezionare i premiati è stata una giuria composta da intellettuali ed esponenti del mondo della cultura: Otello Lottini, docente del dipartimento di Lingue Letterature e Culture straniere dell'Università Roma Tre che ne è il presidente; il regista Maurizio Scaparro; il presidente del gruppo Gmg e direttore dell' agenzia Adnkronos Giuseppe Marra; Emilia Costantini, giornalista del Corriere della Sera, critico teatrale e scrittrice; Alessandro Bianchi, urbanista docente all'Università Mediterranea di Reggio Calabria; Giancarlo Bosetti, direttore della rivista Reset; Giampiero Mele, imprenditore e saggista; Emanuele Lelli, ricercatore all'Università La Sapienza; Paolo Acanfora, docente di Storia contemporanea alla Iulm di Milano e alla Lumsa di Roma.

Sono stati consegnati anche cinque premi speciali a personalità e istituzione selezionate dall'Associazione. Ecco i nomi: il Centro "Pio Manzù", l'Editrice Il Sirente, Only Italia, la sociologa e mafiologa Giovanna Montanaro, la giornalista e saggista Maria Pia Fiorentino. Il premio ha ottenuto il patrocinio del Senato della Repubblica - Presidenza del Consiglio dei Ministri- Ministero dei Beni Culturali ed Ambientali e del Turismo. Partners: Reset Doc, Futuro Quotidiano, Istituto Pantheon Technology & Design Con la collaborazione di Unicredit S.p.a.